spacer
Layout-BF-Logo
Layout-BF-Logo-2013

date

MuseoCivicoEra un convento francescano, in età medievale, luogo appartato di meditazione, ora è luogo accessibile di conservazione ma anche di trasmissione e di divulgazione del sapere.
Un Museo Civico è la carta di identità di una città ed il Museo Civico bassanese, uno dei più antichi musei veneti (1928) ben testimonia l’attenzione che Bassano ha dedicato nel corso dei secoli alla cultura delle immagini: immagini dipinte o affrescate, un tempo, poi incise e replicate in forma seriale, ora riprodotte in forma seriale on le più aggiornate tecnologie, ma pur sempre immagini, interpretazioni mediate della realtà e dell’irreale.

BF13Jodice1

BF13Pellegrini1


 

VieCentroL'incantevole posizione geografica circondata da colline e favorita da un clima mite, consente al viaggiatore di immergersi nell'incanto di questa cittadina medievale situata in territorio vicentino. Il contesto architettonico di Bassano del Grappa è un tuffo nell'arte: le vie del centro sono adornate dalle opere di autori come Palladio, Canova, Jacopo Da Ponte, Marinali e Dall'Acqua. A Bassano si trova il Museo Civico più antico nel Veneto che merita una visita assieme alla suggestiva Loggia dei Potestà. Ma il monumento simbolo della città è il Ponte Vecchio, costruito sul progetto del Palladio che lega la sua immagine all'epopea degli alpini della Grande Guerra.
BF13Gerolimetto2


 

PalazzoSturmLungo le rive del Brenta, nei pressi del Ponte Vecchio, si apre uno scrigno. Splendida dimora settecentesca, sede del Museo della Ceramica "G. Roi" e del Museo della Stampa Remondini, Palazzo Sturm è un complesso susseguirsi di stanze distribuite su sette livelli. All'esterno colpiscono il maestoso ingresso ionico e la loggia-belvedere, che si apre su una incantevole veduta; all'interno spiccano le sale di rappresentanza, decorate con stucchi ed affreschi, al piano nobile del palazzo, il più raffinato complesso di gusto rococò di tutta Bassano.

 

BF13Fontana1

BF13Vittorelli

BF13G.Fabris


 

ChiesettadellAngeloSpazio originale, unico: il solo spazio barocco di Bassano, sostanzialmente integro anche negli arredi e nell'apparato decorativo, già spazio sacro, luogo di devozione e di fede dedicato all'Angelo custode, appare nella sua singolare dimensione ellittica tuttora idoneo a creare atmosfere di raccoglimento e di riflessione. A pochi passi da quanto rimane del medievale Castello inferiore, la chiesetta, opportunamente restaurata, nella sua recente fisionomia di sede espositiva comunale diffonde ormai da vent'anni messaggi d'arte e di cultura, con una particolare attenzione al contemporaneo.

BF13Bertoncello1


 

LoggettaMunicipioLa Loggia di Piazza, sopra e dietro la quale si fabbricò nei secoli successivi l’attuale Palazzo del Municipio fu costruita nel corso del XV secolo. Qualche anno dopo fu deciso di farvi mettere un orologio con quadrante, realizzato da Mastro Corrado da Feltre per 46 ducati d’oro. Entrò in funzione il 2 febbraio 1430. La presenza dell’orologio indica lo scorrere laico del tempo della "civitas". Il congegno attuale è stato realizzato dall’ingegnere Bartolomeo Ferracina nel 1747. Nel vano interno sono conservati i 120 stemmi affrescati dei primi podestà veneti.

BF13Zolin1


 

CastelloEzzeliniAlla sommità del più alto colle che domina il fluire del Brenta e che vide i più antichi insediamenti, il Castello superiore rimane a ricordare tempi in cui attrezzarsi per la difesa era condizione di vita inevitabile. Subito oltre la Torre di Ser Ivano, impostata su un più antico zoccolo in ciottoli di fiume, ecco quanto rimane della probabile residenza dell'ultimo Ezzelino, il vicario in Italia dell'imperatore Federico II, il tiranno rimasto famoso fra le genti di quella che fu l'antica Marca e perfino di Oltralpe, capace di suscitare stupore, timori e domande, fra storia e leggenda, per secoli.

BF13ReSol


 

AgostinelliNel cuore della Bassano più antica Palazzo Agostinelli ti accoglie con elegante disinvoltura, senza far avvertire il carico della sua lunga storia, ma lasciando solo la sensazione di entrare in una antica, signorile residenza, donata alla città quarant'anni fa con il preciso intento di sostenere le attività culturali e museali. Non si direbbe, ma da oltre seicento anni lo sguardo di una Madonna con il suo Bambino, entro una nicchia sulla facciata, segue e protegge chi passa per via Barbieri: ecco un esempio dei colori che un tempo animavano tanti esterni del centro storico bassanese.

BF13Cai


 

BonaguroA pochi passi dal veloce corso del Brenta, una dimora patrizia si impone su via Angarano. In origine un esempio di villa veneta, ampia residenza suburbana dotata di arioso giardino e di annessi rustici; ora inglobata dall’esplosione urbana rivela ancora nella cura dei dettagli il gusto e la floridezza economica degli antichi proprietari: affreschi, stucchi, marmi e modanature conferiscono tuttora riconosciuto prestigio e ne fanno un prestigioso biglietto da visita, una interessante vetrina della poliedrica vitalità bassanese,accanto alla vicina, ben più famosa icona cittadina, il celebrato  Ponte Vecchio. 

BF13Vidor1 BF13Torresani1 BF13Beurgeois1
BF13Lucietto1 BF13fotoclubSebenico BF13Muhlacker1
BF13CFBellunese S.Marino BF13FotoclubPadova1 BF13fotoclub85
BF13Venetofotografia BF13Fatue BF13CircoloF.Veronese
 BF13EzzelinoFotoclub    

 

IAT.001Aperto tutti i giorni dell'anno il personale è in grado di far fronte alle più svariate esigenze dell'utenza turistica del territorio. Pur avendo come obiettivo la soddisfazione dell'ospite, l'ufficio collabora con associazioni ed enti locali per numerose iniziative e manifestazioni diventando quindi un punto di riferimento anche per i residenti.
Accoglienza turistica, realizzazione di materiale informativo, reperimento e diffusione manifestazioni, assistenza a giornalisti, partecipazione a fiere, rilevazioni statiche dei flussi turistici sono solo alcune delle attività di cui si occupa quotidianamente lo IAT.

BF13B.ZontaViola Paola