Espone

Hotel Victoria - Viale Diaz, 33

6

Adelaide Pretato

Senza Tempo

Il ricordo di una persona dura due, tre generazioni al massimo.

Si ricorda chi si è conosciuto e già i bisnonni sfumano nell’astrazione storica. Ed è così che le tombe vengono nel tempo prima trascurate, poi abbandonate, infine dimenticate.

Addolorano certi ferri  battuti arrugginiti, certi rovi tenaci arrampicati sulle croci, le pietre sconnesse, le scritte perdute. Sono il segno definitivo che del titolare di quel tumulo si è perso tutto, anche il nome. Come se non fosse mai esistito.

Invece alla memoria intima e familiare andrebbe sostituita, o meglio aggiunta, quella collettiva: così le tombe potrebbero continuare a esprimere qualcosa nel tempo, quasi senza fine... senza tempo. 

Luogo dell’esposizione