Espone

Centro Socio Ricreativo - Via J. Da Ponte, 37

57

Giovanni Torresan

Il caos nella sua migliore forma

Ho iniziato il mio progetto con la lettura di testi e incontri con le psicologhe del centro per prepararmi sull’Alzheimer. Fin dal primo contatto con i malati ho percepito quanto sia sorprendente la capacità di adattamento dell’uomo: egli muta nella “forma migliore” che riesce a creare per sopravvivere. Il continuo camminare avanti e indietro dei malati, da soli o con altri, in una sorta di moto perpetuo mi ha fatto percepire fin da subito una sorta di “caos”. Ho iniziato a intravvedere delle costanti e quindi un ordine empatico. Mi sono così soffermato nella ricerca fotografica che fosse in grado di tradurre come logico e illogico non comunichino più tra loro nei malati di Alzheimer.

Luogo dell’esposizione